HomeGestire i sintomiDifficoltà a deglutire

Difficoltà a deglutire

Difficoltà a deglutire

Durante la fase avanzata di una malattia, può comparire la difficoltà a masticare e a deglutire.

In queste situazioni, quando il paziente mangia tende a tossire frequentemente o può avvertire dolore mentre deglutisce e può riferire che il boccone gli rimane in bocca o non riesce a deglutirlo. Questo è possibile osservarlo anche dall’esterno, soprattutto se la persona viene aiutata nell’alimentazione. In qualche situazione, i suggerimenti che leggerai qui sotto potranno essere di aiuto. Altre volte, la difficoltà a deglutire è data dalla profonda stanchezza che accompagna la malattia in fase avanzata: è un segnale che la persona si sta impegnando nel distacco da affrontare e sta chiudendo i suoi canali di comunicazione con l’esterno, compreso quello così rilevante come il cibo. Se assisterai una persona in cure palliative a casa, l’équipe saprà sostenerti con suggerimenti per trasformare l’impegno in cucina e nella preparazione del cibo, in una presenza attenta e sensibile ad altri bisogni del tuo familiare.

Cosa si può fare in caso di difficoltà a deglutire:

  • informare l’équipe che sta curando a casa la persona malata;
  • evitare alimenti che siano troppo salati o pepati, duri o croccanti. È consigliabile macinarli o mescolarli a liquidi per renderli cremosi e morbidi. Si possono usare brodi vegetali, latte, succhi di frutta o di verdura o yogurt;
  • fare piccoli bocconi;
  • rendere il cibo morbido, come zuppe, formaggi, purè, uova, cereali, bolliti, budini, gelati, stufati;
  • bere durante i pasti per rendere il cibo ancor più morbido se il problema è la ridotta produzione di saliva, ma facendo attenzione alle indicazioni dell'équipe per evitare che alla persona “vada di traverso” il boccone;
  • dopo i pasti, è consigliabile un’accurata igiene della bocca.
Go to top