HomeGlossarioCure Palliative

Cure Palliative

Definizione della Legge 38/2010

Per cure palliative si intende l'insieme degli interventi terapeutici, diagnostici e assistenziali, rivolti sia alla persona malata sia al suo nucleo familiare, finalizzati alla cura attiva e totale dei pazienti la cui malattia di base, caratterizzata da un'inarrestabile evoluzione e da una prognosi infausta, non risponde più a trattamenti specifici.

Cure Palliative (definizione WHO, 1990, modificata dalla Commissione ministeriale per le cure palliative 1999)

Le Cure Palliative si occupano in maniera attiva e totale dei pazienti colpiti da una malattia che non risponde più a trattamenti specifici e la cui diretta conseguenza è la morte. Il controllo del dolore, di altri sintomi e degli aspetti psicologici, sociali e spirituali è di fondamentale importanza. Lo scopo delle cure palliative è il raggiungimento della miglior qualità di vita possibile per i pazienti e le loro famiglie. Alcuni interventi palliativi sono applicabili anche più precocemente nel decorso della malattia, in aggiunta al trattamento oncologico.
In particolare le cure palliative:

  • affermano la vita e considerano il morire come un evento naturale;
  • non accelerano né ritardano la morte;
  • provvedono al sollievo dal dolore e dagli altri disturbi;
  • integrano gli aspetti psicologici e spirituali dell'assistenza;
  • aiutano i pazienti a vivere in maniera attiva fino alla morte;
  • sostengono la famiglia durante la malattia e durante il lutto

 

Fonte: “Accanto al malato oncologico e alla sua famiglia: sviluppare cure domiciliari di buona qualità”

A cura di: AGE.NA.S 2013

 

Go to top